Calcare: soluzioni per pulire il vostro box doccia

images

Il calcare presente nell’acqua è in grado di rovinare i nostri box doccia: quando l’acqua evapora e si scalda i sali in essa presenti precipitano formando incrostazioni di calcare che, però, si possono prevenire con apposita manutenzione. Esso si rivela fastidioso  perché forma delle sgradevoli incrostazioni che minano l’efficacia del soffione e sono decisamente anti estetiche. Utilizzando la doccia ogni giorno, il calcare si accumula nel soffione e ostruisce i forellini, modificando il getto. Di conseguenza gli zampilli perdono progressivamente la loro direzione e l’efficienza della doccia ne subisce un notevole danno. Quindi l’acqua calcarea è in grado di ridurre le prestazioni delle tubature.  A volte, addirittura, nei casi di acque particolarmente dure e di inosservanza delle corrette regole di manutenzione, il blocco del soffione si riempie di calcare a tal punto da arrivare a deformarsi, fino ad aprirsi e a dover essere sostituito. Una delle possibili soluzioni è quella di installare un impianto di addolcimento dell’acqua, che eliminano la durezza dell’acqua causata dagli ioni di calcio e magnesio attraverso uno scambio ionico: Si consiglia di portare attraverso il processo di addolcimento, l’acqua a 8 F (gradi francesi). Si pensi che l’acquedotto della rete di  Milano  ha acqua a 24 F! Altro metodo, sebbene più blando ma comunque efficace sono i numerosi prodotti anti calcare, alcuni reperibili nella grande distribuzione, altri, più costosi e più specifici, nei negozi specializzati. Una soluzione economica e pratica, specie per i box doccia di vetro temperato o cristallo è una soluzione di acqua ed aceto, da spruzzare sui vetri tutte le volte che si effettua la doccia. Per ottenere un migliore risultato è opportuno utilizzare acqua decalcificata: quest’ultima è facilmente ottenibile facendo bollire dell’acqua per 10 minuti e lasciandola poi raffreddare, con la conseguente precipitazione dei sali. Dopo ogni doccia sarebbe ideale spruzzare sulle pareti del box questa soluzione e lasciarla agire per circa 15 minuti. Successivamente, bisogna passare un panno pulito, asciugando bene senza risciacquare. Si eliminano così le incrostazioni e si crea uno strato protettivo a cui il calcare aderirà difficilmente durante la doccia successiva. Fate però attenzione ad evitare di bagnare le guarnizioni con questo preparato, poiché nel tempo l’aceto potrebbe danneggiarle.